EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

La vision salva le aziende del turismo

29/09/2020 12:06
Tamburi nel presentare il progetto Itaca, parla del coraggio, di investire, "come stiamo facendo in Alpitour", che "tra due anni sarà molto più forte che nell'era pre-covid", afferma

Si chiama Itaca, il nome è evocativo e racchiude in sè il significato che tutti conosciamo, cioè "emblema del ritorno verso una dimora stabile dopo un viaggio che magari ha portato le imprese a fare investimenti o altre operazioni straordinarie, ma le ha appensatite dal punto di vista finanziario. E' il sogno di un nuovo viaggio". A parlare è Giovanni Tamburi, che, in una intervista pubblicata su Corriere Economia, svela cosa sia questo nuovo progetto, il cui nome è anche l'acronimo dei tre promotori, Sergio Iasi, Giovanni Tamburi, Angelo Catapano. Ad affiancarli c'è Massimo Lucchini. Ognuno parteciperà al rischio "con capitali personali", si punta a raccogliere 400-500 milioni.

Di cosa si tratta? E' presto detto, la lunga intervista disvela il mistero e pone sul piatto l'idea che fonda le sue radici nel mettersi assieme per essere più forti. Ossia facendo da ponte tra i capitali delle famiglie di industriali e quelle aziende che necessitano di una spinta per il rilancio.

A spiegare il porgetto è lo stesso Tamburi che dice: "Investiremo nelle aziende del Made in Italy in senso ampio, che adesso sono appesantite dai debiti finanziari e vanno irrobustite sul piano patrimoniale, anche in quelle che hanno ricevuto i finanziamenti erogati durante l'emergenza, tra cui quelli con garanzia Sace (...)". C'è una condizione ed è che queste aziende abbiano "un profilo industriale solido".

Tip ha già inviato le lettere di invito ai potenziali investitori, sono quelle cento famiglie che negli anni hanno preso parte all'avventura di Tamburi Investment Partners, ma questo è solo il primo round, perché il progetto ha destato l'interesse anche di altri possibili investitori (nell'intervista il manager parla di altre "37 famiglie che hanno bussato alla porta").

Quanto alle tempistiche il manager spiega che l'intenzione "è di chiudere già a dicembre per tradurre in impegni le manifestazioni di interesse". L'idea è che Itaca sia "una buona ricetta per far ripartire le imprese. L'idea è di convogliare i capitali delle famiglie che hanno dimostrato di essere bravi con le loro industrie". A suo dire ora "tocca al capitale privato giocare un ruolo". 

Tamburi lo riconosce, "ci vorrà un po' di coraggio, che da noi non manca. Quello di investire e avere visione, come stiamo facendo in Alpitour, pur in un mercato in crisi, tra due anni sarà molto più forte che nell'era pre-covid", afferma il manager. 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us