EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Austria, restrizioni fino al 7 febbraio

22/01/2021 16:39
Il governo ha esteso il blocco delle attività, si prospetta un parziale ritorno alla normalità soltanto a marzo con l'apertura di hotel e ristoranti

Turismo ancora in standby anche in Austria con la prospettiva di un parziale ritorno alla normalità presumibilmente a inizio marzo con la apertura di ristoranti e alberghi, per ora ancora chiusi. Pochi giorni fa, infatti, il governo ha annunciato l'estensione del blocco attuale fino al prossimo 7 febbraio, oltre al rafforzamento delle misure anti Covid come l’obbligo di mascherina e la distanza di sicurezza di almeno due metri.

Attualmente gli impianti sciistici in Tirolo sono aperti solo ai residenti per garantire la possibilità di praticare sport all’aria aperta, sempre nel rispetto delle normative. Per i visitatori provenienti da aree a rischio che si muovono per motivi di necessità verso l’Austria c’è l’obbligo di osservare una quarantena di dieci giorni, ma è possibile eseguire un tampone già dopo cinque giorni. Chi viaggia per motivi professionali non ha l’obbligo di quarantena se in possesso di test negativo.

Sono considerati a rischio tutti i Paesi che hanno avuto negli ultimi 14 giorni un'incidenza di 100 casi positivi su 100mila abitanti. Un’eccezione confermata attualmente quindi solo per Australia, Finlandia, Islanda, Giappone, Nuova Zelanda, Norvegia, Corea del Sud, Singapore e Vaticano. L'attuale incidenza su sette giorni per 100.000 abitanti al 20 gennaio è 98,9 in Tirolo e 115,2 in tutta l'Austria.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us